Accatastamento Fabbricati Rurali

fabbricato-rurale

Sta proseguendo l’attività di accertamento, condotta dall’Agenzia delle Entrate, per la verifica dei fabbricati rurali ancora iscritti al Catasto Terreni.

Il 30 novembre 2012 è infatti scaduto il termine per il censimento al Catasto Fabbricati degli immobili produttivi individuati al Catasto Terreni come fabbricati rurali (e/o loro porzioni) da parte dei titolari di diritti reali si beni stessi, ai sensi dell’art. 13 del D.L. n. 201/2011.

Fra gli altri, devono essere dichiarati al Catasto dei Fabbricati le costruzioni ancora censite al Catasto dei Terreni con le seguenti destinazioni:

  • Fabbricato promiscuo
  • Fabbricato rurale
  • Fabbricato rurale diviso in subalterni
  • Porzione da accertare di fabbricato rurale
  • Porzione di fabbricato rurale
  • Porzione rurale di fabbricato promiscuo
  • Descrizione riconducibile, secondo gli usi locali, a fabbricato rurale (per il Catasto tavolare)

 

In questi giorni il Fisco sta per inviare l’ultima chiamata per la regolarizzazione. Per chi non ha ancora provveduto alla regolarizzazione, è ancora possibile presentare le dichiarazioni con ravvedimento operoso, con un notevole risparmio sulle sanzioni dovute per la tardiva presentazione.

A titolo esemplificativo:

  • Importo di € 172,00 per i fabbricati da denunciare al Catasto Fabbricati (pari ad 1/6 del minimo della sanzione, che va da € 1.032,00 a € 8.264,00);
  • Importo di € 41,67 per le variazioni colturali non dichiarate (pari ad 1/6 del minimo della sanzione, che va da € 250,00 a € 2.000,00).

La riduzione potrà essere applicata solo nell’ipotesi in cui la regolarizzazione spontanea avvenga nei termini indicati nella comunicazione dell’Agenzia delle Entrate, e comunque prima della ricezione degli esiti dell’aggiornamento condotto dai tecnici.

fabbricati-rurali

Quando non è obbligatorio fare la dichiarazione

Se non in grado di produrre reddito, sono escluse dall’obbligo di dichiarazione al Catasto dei Fabbricati le seguenti costruzioni censite al Catasto dei Terreni:

  • manufatti con superficie coperta inferiore a 8 metri quadrati
  • serre adibite alla coltivazione e protezione delle piante sul suolo naturale
  • vasche per l’acquacoltura o di accumulo per l’irrigazione dei terreni
  • manufatti isolati privi di copertura
  • tettoie, porcili, pollai, casotti, concimaie, pozzi e simili, di altezza utile inferiore a 1,80 metri, purché di volumetria inferiore a 150 metri cubi
  • manufatti precari, privi di fondazione, non stabilmente infissi al suolo
  • fabbricati in corso di costruzione-definizione
  • fabbricati che presentano un accentuato livello di degrado (collabente).

In questi casi è comunque opportuno fare una specifica segnalazione, mediante il servizio online Contact center dell’Agenzia o utilizzando il modulo di segnalazione (da consegnare a mano o inviare per posta all’ufficio provinciale competente).

E’ possibile consultare l’elenco dei fabbricati rurali non ancora dichiarati al Catasto dei Fabbricati sul sito dell’Agenzia delle Entrate al seguente link > Ricerca particelle-Agenzia delle Entrate

 

Per avere maggiori informazioni

CLICCA QUI

More from Matteo Cecchinato

Accatastamento Fabbricati Rurali

Sta proseguendo l’attività di accertamento, condotta dall’Agenzia delle Entrate, per la verifica...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *